Indietro

La psicologia dei colori: cos'è?

​Delineazione ed interrelazione dei punti d'incontro tra la psicologia dei colori e la sua applicazione all'interno delle sale da gioco.

ITALIA — La nascita dei colori

Partendo da un presupposto di tipo fisico, è risaputo che il colore, in quanto tale, rappresenta una derivazione della scomposizione della luce che viene misurata in lunghezze d'onda. Ciò significa che la luce bianca del sole, in realtà è composta da sette diverse tonalità che sono: rosso, arancione, giallo, verde, azzurro, indaco e violetto. 

La psicologia dei colori
Sui colori, la disciplina psicologica ha impiegato l'elaborazione di diversi studi e teorie nel tempo, le quali hanno condotto alla conclusione unanime secondo cui i colori hanno un significato psicologico ed esprimono un'ampia gamma di sentimenti ed emozioni. Nello specifico, ad essi è stata specificatamente dedicata una branchia della psicologia chiamata, appunto, psicologia dei colori. Essa si occupa di descrivere il significato psicologico che viene attribuito ai principali colori, in modo obiettivo ed in considerazione del fatto che, ciascuno di essi, stimola la mente dell'uomo nell'elaborazione di uno specifico stato d'animo. Essi possono essere raggruppati secondo due macro aree, ovvero colori caldi e colori freddi, a cui si associa l'espressione di specifiche emozioni. Mentre i primi, infatti, rappresentati dal rosso, giallo e arancione, possono descrivere personalità aggressive, stimolanti e/o positive, i secondi, ovvero le gradazioni di viola, blu e verde, evocano sensazioni negative e scostanti o personalità tranquille e serene. In sostanza, quindi, la preferenza di un colore piuttosto che un altro può indicare caratteristiche sul carattere della persona che possono spaziare da sentimenti e sensazioni positive a negative, spesso legate ad eventi psicologici passati che richiamano quel determinato colore. Un aspetto che può far capire meglio il concetto può essere l'abbigliamento:la scelta dei colori con cui si decide di vestirsi, la maggior parte delle volte, non fa altro che rispecchiare lo stato d'animo di quel momento. 

I colori nelle sale da gioco: un fattore fondamentale
Il gioco d'azzardo è diventato uno dei più gettonati passatempi attraverso cui, sempre più persone, decidono di trascorrere qualche ora di relax in un ambiente a loro confortevole. Ebbene sì, un ambiente confortevole, considerando che il casinò è strutturato in modo tale da conciliare suoni, luci e colori che, se ben amalgamati, sono in grado di donare un senso di benessere al visitatore. Lo scopo dei titolari dei casinò, infatti, è proprio quello di far sì che i clienti passino all'interno del loro stabile quanto più tempo possibile, così che incrementino il numero delle giocate e vivano più a lungo e in modo piacevole la sensazione di poter vincere somme di denaro, spesso anche consistenti.
Sembra chiaro quindi che, il gioco d'azzardo, suscita nel giocatore una moltitudine di sensazioni, emozioni e desideri che, se accompagnati dalla giusta quantità di fortuna, possono scaturire in una reale sensazione di felicità derivante da una vincita. In tutto ciò, il ruolo dei colori è fondamentale. E' risaputo, infatti, che il rosso catturi l'attenzione: questo colore è sinonimo sensazioni positive quali passione, amore, eccitazione ed energia; allo stesso tempo però, questa tonalità può simboleggiare anche aggressività. Inoltre è stato accertato che il rosso e le sue sfumature spesso alzano la pressione del sangue ed accelerino la respirazione dando un forte senso adrenalinico. A tal proposito si manifesta l'attuazione della psicologia del colore nel gioco d'azzardo, tant'è che numerosi studi hanno dimostrato che colori cupi come il bourdeaux o le tonalità del rosso e dell'arancio rappresentano le combinazioni preferite dai casinò sia perché sembrano riuscire a ridurre la percezione del tempo trascorso al loro interno dai clienti, sia perché stimolano gli stessi a prendere decisioni in modo veloce sulla base di aspettative di vincita più elevate. Le stesse tonalità, infatti, sono utilizzate anche nella rete di illuminazione, spesso soffusa in sala, ma pur sempre composta da colori caldi: basti pensare, ad esempio, all'illuminazione delle slot machines sulle quali i produttori, attuando la strategia dei colori, hanno intelligentemente optato per le lucine rosse poiché sembra invoglino il cliente a continuare a giocare una partita dopo l'altra.
Sicuramente, quindi, i colori che solitamente sono consigliati per i muri di casa o delle camere da letto, come le tonalità pastello del verde o celeste, sono fortemente sconsigliate in questi ambienti di gioco in quanto sono sicuramente più indicati al relax e alla conciliazione del sonno; in realtà il gioco d'azzardo è accompagnato sempre da un elevato livello di adrenalina su cui, colori caldi e forti, luci e musica hanno un effetto impositivo.Il gioco d'azzardo dunque, come ogni casinò che si rispetti, mette sempre a punto delle strategie psicologiche che catturino la mente del cliente in modo involontario. In questi luoghi, ad esempio, sono sempre completamente assenti orologi e finestre. In questo modo i clienti si deconcentrano difficilmente e sono sempre più invogliati a trascorrere del tempo sul piano da gioco; a ciò, si aggiunge la coesistenza di suoni, luci e colori che impattano sul nuovo arrivato trasmettendogli la sensazione di partecipare ad un luogo di festa in cui è sicuramente piacevole trascorrere del tempo.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it