Indietro

Hiv, decine di nuovi casi di sieropositività

A Livorno, lo scorso anno, si sono registrati 35 nuovi casi di sieropositività. Arcigay e Agedo organizzano la cittadella della prevenzione

LIVORNO — Sarà una vera e propria cittadella della prevenzione quella che verrà messa in piedi questa domenica (1 dicembre) dalle 10 a sera in piazza della Repubblica. L’occasione è il world aids day, la giornata mondiale di sensibilizzazione sui temi dell’Hiv e dell’Aids. L’evento è organizzato Arcigay Livorno e Agedo Toscana Livorno in collaborazione con P24 Lila, Croce Rossa, Svs. Il progetto è sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa Valdese. Quello della diffusione del virus dell’Hiv è un tema che, soprattutto negli anni 90, ha creato una vera e propria emergenza sanitaria. Il progresso della scienza medica ha permesso di diminuire fortemente la percentuale di decessi, anche in caso di sviluppo della malattia, rispetto al decennio scorso. Ma questo non significa che la diffusione non sia tutt’ora in corso: i dati ci dicono che nel nostro Paese sono 160.000 i soggetti con infezione da Hiv, di questi tra il 25% e il 36% non sono a conoscenza del loro stato di sieropositività. 

Livorno non è da meno. Gli ultimi dati disponibili parlano di cifre non rassicuranti. Nel 2018 sono stati 35 i nuovi casi di sieropositività scoperti nella provincia di Livorno. E parliamo quindi di casi accertati, non delle contrazioni reali.
Dopo il triste e allarmante primato del 2010, quando furono registrati 43 nuovi casi, a Livorno e provincia ogni anno si registra un numero stabile di nuove infezioni: e dopo i 31 casi del 2016 e i 36 casi del 2017 anche nel 2018, con 35 casi, è stata fatta una nuova diagnosi ogni 10 giorni. I sieropositivi residenti nella provincia livornese arrivano così a quota 576 di quali 430 maschi (75%) e 146 femmine (25%). I pazienti seguiti ad oggi nel reparto di Malattie Infettive sono circa 700 e l’90 per cento di loro sono in terapia.


Per questo nella giornata organizzata dalle associazione Lgbti+ è possibile scoprire il proprio stato sierologico facendo test istantanei sul posto. Il primo passo importante verso la consapevolezza. Sarà possibile effettuare test gratuiti, ricevere informazioni e supporto psicologico in merito. Scoprirlo è facile e, lo ricordiamo, totalmente gratuito. 

Contemporaneamente ci sarà in Piazza Cavour un punto informativo a cura di P24 Lila e Agedo. L’evento verrà preceduto da una campagna informativa che si svolgerà nella serata di sabato 30 novembre, dalle 21 alle 24. Arcigay e Agedo saranno agli Scali del Refugio con materiale informativo per sensibilizzare e informare sulle malattie sessualmente trasmissibili.

Richiedi sito desktop

QUI NEWS srl - Via Enrico Fermi, 6 - 56100 VICOPISANO (Pisa) - tel 348 6920691 - direzione@quinews.net
Numero Iscrizione al R.O.C: 32441 - C.F. e P.Iva: 02305720506
PUBBLICITA' in proprio - tel 348 6920691
Fatturazione Elettronica W7YVJk9

Powered by Aperion.it